Informazioni personali

sabato 30 ottobre 2010

Martina the GLAMOUR MARMALADE

Chi è Martina?
Sono una ragazza con un carattere estroverso che ha bisogno di sentirsi costantemente stimolata. Non mi fermo mai un minuto: odio la staticità e credo che l'incubo più grande sia non avere passioni ed interessi. Per questo mi piace complicarmi la vita... o forse sono proprio complicata io! Le mie più grandi passioni sono la moda e la scrittura: non a caso il mio sogno sarebbe quello di diventare una giornalista di moda. Speriamo bene...

La mia forza?

Chi mi circonda: dalla famiglia che mi appoggia in tutto quello che mi piace e mi viene in mente, fino alle amiche che quotidianamente mi sopportano.

Fashion blogger con qualcosa in più?

Qualcosa in più? Credo proprio la semplicità. Sono una persona come tante altre che osserva la moda con curiosità. Il Fashion System è un sogno, come lo è indossare gli splendidi abiti dei grandi stilisti. Il mio "qualcosa in più" è proprio l'essere completamente opposta alla perfezione ed essere la ragazza che si incontra per le vie della città. Sono, infatti, completamente un disastro e non sono proprio quel tipo di ragazza con i capelli sempre perfetti. Ma per le occasioni mi trasformo e mi piace essere impeccabile. Potrei aggiungere: una fashion blogger con uno stile sempre e completamente diverso a seconda dell'umore e del momento.?

Hai partecipato alla VFNO?

Purtroppo non ho potuto il 9 settembre... non aggiungo altro, ancora sto rosicando!?

Il consiglio migliore per chi di moda poco capisce?

Non bisogna tanto capire di moda quanto conoscere se stessi. La moda non deve essere una regola, un'assioma da seguire nei minimi dettagli...anzi è completamente l'opposto. Dal Fashion System si possono ricavare degli spunti, delle idee e delle suggestioni che immancabilmente devono unirsi con un nostro modo di essere. In una donna non esiste un unico stile ma diverse sfumature a seconda del momento e delle sensazioni. Non tutte lo possiedono: infatti, molte persone preferiscono imitare o ricopiare le tendenze per così cadere nell'anonimato (forse per mancanza di sicurezza).

http://glamourmarmalade.blogspot.com/


Who is Martina?

I am a girl with an outgoing character that needs to be constantly stimulated. I do not ever stop a minute: I hate the static and I think the biggest nightmare is not to have passions and interests. I like to complicate my life ... or maybe I just complicated! My greatest passions are fashion and writing is no accident that my dream would be to become a fashion journalist. Let's hope so ...

My strength?

People around me: from the family that supports me in everything I like and I can think of, to the friends that I endure daily.

Fashion bloggers with something more?

Something more?
I think its simplicity. I am a person who looks like any other fashion with curiosity. The fashion system is a dream, as it is to wear the beautiful clothes of famous designers. My "something more" is precisely the perfection and to be completely opposite to be the girl you meet on the streets of the city. They are, in fact, completely a disaster and are not exactly the kind of girl with her hair always perfect. But for those times I become and I like to be flawless. I might add: a fashion blogger and always with a style completely different depending on the mood and the moment.

Have you participated in the VFNO?

Unfortunately I was unable to September 9 ... Say no more, I'm still gnawinG

The best advice for those who understand little of fashion?

You must not know much about fashion as themselves.Fashion should not be a rule, un'assioma be followed in every detail ... in fact it is completely the opposite. From the Fashion System, you get hints, ideas and suggestions which invariably must join with our way of being. In a woman there is no single style but different shades depending on the time and feelings. Not all have it: in fact, many people prefer to imitate or copy the trends for fall so in anonymity (perhaps due to lack of security).

IVAN MIDZIC_MIDZO JEWELLERY





chi è Ivan ?

Sono un uomo che ha fatto dell'arte il perno centrale della propria vita. Nasco a Osijek in Croazia nel 1976. Ho fondato la mia espressività su solide basi tecniche e culturali frequentando l'Accademia delle Belle Arti di Zagabria dove mi sono laureato presso il dipartimento di scultura. Successivamente ho ottenuto il master in arte presso l'Accademia delle Belle Arti e Design di Lubiana. Durante i miei studi ho avuto la possibilità di interfacciarmi con il panorama artistico internazionale grazie ad un semestre specialistico presso l'Indiana University della Pennsylvania, sotto la guida del professor James Nestor. Attualmente vivo e lavoro a Zagabria.

l'arte del gioiello diventa amore e lavoro quando?

Io nasco come scultore, attività che non ho mai abbandonato. L'idea che mi ha portato alla creazione di una linea di gioielli è quella di poter trasferire il mio modo di esprimere e concepire l'arte a tutti indistintamente. A questo si aggiunge la mia passione per i metalli: i materiali mi parlano, io li ascolto e li trasformo creando nuove forme che esaltano la mia creatività. Quale modo migliore se non attraverso il gioiello?

ammirando le tue creazioni non si può che dire che sono opere d'arte più che gioielli,condividi?

Certamente il fatto che ciascun pezzo sia realizzato interamente a mano da me lo fa rientrare in effetti nella definizione di opera d'arte. Però proprio la mia scelta di far sì che ciascuno possa portare con sé e sentire proprio un pezzo della mia arte, mi ha portato alla creazione della linea "midzo jewellery" . Ovviamente non avrei potuto raggiungere lo stesso obiettivo con la sola scultura, che comunque continua a far parte del mio essere.

Rientri fra i 29 finalisti di " Bijoux d'Autore 2010" che si terrà a Roma il 19/20/21 novembre 2010,ce lo racconti?

Non posso raccontarti più di tanto. L'evento è ancora in corso. Posso dirti che la mia scelta di partecipare a questo concorso deriva dall'opportunità di potermi mettere a confronto con altri artisti e ottenere visibilità sul territorio italiano su cui sto muovendo i primi passi. Sono ovviamente molto felice di essere stato selezionato fra i finalisti della manifestazione, anche se non te lo nego l'obiettivo sarebbe quello di poter vincere....

dove possiamo acquistare le tue creazioni?

Per quanto riguarda il mercato italiano ho affidato da pochi mesi la distribuzione della mia linea "midzo Jewellery" a Qalime di Castelfranco Veneto. Ne lascio a loro la promozione e la creazione della relativa rete di vendita.






Who is Ivan?

I am a man who has made the art, the center of their lives. I was born in Osijek in Croatia in 1976. I started my expression on solid technical and cultural attending the Academy of Fine Arts in Zagreb, where I graduated at the department of sculpture. I later obtained a masters degree in art at the Academy of Fine Arts and Design in Ljubljana. During my studies I had the opportunity to interface with the international art scene thanks to a specialized semester at Indiana University of Pennsylvania, under the guidance of Professor James Nestor. Currently living and working in Zagreb.

the art of jewelry and love becomes work when?

I started life as a sculptor, an activity that I never left. The idea that led me to create a line of jewelry is to be able to transfer my way of expressing and understanding art in all and sundry. Add to that my passion for metals: the materials speak to me, I listen to them and transform them by creating new forms that enhance my creativity. What better way than through the jewel?

admiring your creations one can only say that they are works of art than jewelry, share?

Certainly the fact that each piece is completely handmade by me does in fact fall within the definition of a work of art. But my own choice to ensure that everyone can carry and feel just a piece of my art, I was led to the creation of the line "Midzi jewelery". Of course I could not achieve the same goal with only the sculpture, which still remains part of my being.

Falls among the 29 finalists for "Bijoux d'Autore 2010" to be held in Rome in November 2010 19/20/21, you tell us?

I can not tell you much. The event is still ongoing. I can tell you that my choice to participate in this competition comes from the opportunity to be able to compare with other artists and gain visibility on the Italian territory on which I am taking the first steps. I'm obviously very happy to have been selected among the finalists of the event, even if you do not deny that the aim would be to win ....

where we can buy your creations?

As for the Italian market a few months ago I entrusted the distribution of my line "Midzi Jewellery" in Qalime Castelfranco Veneto. I leave them in the promotion and creation of its sales network.






giovedì 28 ottobre 2010

GIVEAWAY



hello guys,

come sapete da una settimana sono presente su Paperblog e questa notizia mi ha reso felicissima,

è un bel riconoscimento per me e per tutti i giovani talenti che si sono fatti intervistare.

in virtù di questa bella notizia e dell'animo generoso di molti stilisti intervistati....

a breve ci saranno una serie di giveaway per i lettori fissi

quindi amici iscrivetevi e partecipate per vincere fantastici accessori e non solo..

stay tuned!!!

XOXO

ilaria



hello guys,

As you know by this week on Paperblog and this news has made me very happy,is a nice recognition for me and all the young talents who have come to interview.

By virtue of this good news and the soul of many generous designers interviewed ....

soon there will be a series of fixed readers for giveawayfriends then sign up and participate to win great accessories and more ..

stay tuned!

XOXO

ilaria

mercoledì 27 ottobre 2010

Barbara La Lia Fashion

Barbara La Lia Fashion

concept:


Fosse anche semplice tessuto, che le mani di velluto sfiorano con l’ago; fosse il filo attorcigliato dello spago, tra le dita di un creatore che è mai pago di creare; Dagli abiti di Barbara La Lia non c’è una sola via che chiuda i sensi.Le borse sono state eliminate, le tasche applicate come una seconda pelle del vestito.
La barriera del peso si annulla, si è concluso il tempo del movimento bloccato.
Fossero anche semplici tasche, che al loro fondo blocca la mano; fossero anche accessorio qualunque, tra i fianchi sinuosi che muovono plastici; fossero anche illusioni di gusto, come una vernice su un arbusto…chiunque qui sarebbe poco basito.Dagli abiti di Barbara La Lia si plasma una simbologia del materno.La tasca non chiude, contiene. La tasca protegge, come un grembo di donna.Applicata sulla veste continua i contorni del corpo e ne rivela le naturali semantiche.La cgorgiera non è un collare, è protezione; richiamo della tradizione che si rinnova e lascia libera ogni posa di gesticolare con le stelle, di abbracciarsi il ventre e non essere spoglia.



CHI è BARBARA LA LIA ?


La Lia Barbara nasce a Palermo il 06/05/1985 vive ed opera per il momento a Misilmeri, paese che ha dato i natali al giudice Rocco Chinnici,Cosmo e Filippo Guastella e per ultimo a Valentino Picone.
Eredita dal padre la passione per il disegno mentre gli abiti e lo stile della madre suscitano in lei l'amore per la moda.
Dopo la licenza media decide di iscriversi all'istituto regionale d'arte di Bagheria dove ottiene, a pieni voti,il diploma di stilista.
Successivamente realizza degli abiti seicenteschi per la rappresentazione teatrale del santo patrono di Misilmeri. Contemporaneamente si diletta a realizzare abiti per privati.
Nel 2006 decide di lasciare il suo paese trasferendosi in provincia di Venezia per frequentare un corso di perfezionamento del taglio e del cucito presso Trimoda.
Nello stesso anno per problemi di salute si vede costretta a ritornare in Sicilia abbandonando, seppur per un breve periodo, la sua passione per la moda.


LA TUA PASSIONE PER LA MODA TI HA FATTO SUPERARE OGNI OSTACOLO ?

Il sogno della moda era iniziato guardando Candy Candy in televisione ma soprattutto mia madre: i suoi pantaloni a zampa, le sue bellissime cinture, il modo in cui i suoi vestiti scivolavano sul suo fisico alto e longilineo. La guardavo e disegnavo. Lei si stupiva e rideva. Quando è nato Antonio, il mio meraviglioso bimbo di due anni, è stata l’unica – insieme a mio padre – a incoraggiarmi a non smettere di disegnare. Tutti gli altri (amici e parenti) mi dicevano invece più o meno così: “adesso è meglio che lasci perdere, poi dovrai viaggiare e come farai col bimbo?”.

Non ho mai smesso di fare questo lavoro da quando sono diventata mamma ma ho rivoluzionato le mie giornate. E tutto grazie alla mia famiglia.


COME INFLUISCE LA TUA ESPERIENZA DI MADRE NEGLI ABITI CHE CREI ?


Per la mia prima collezione di moda che ho presentato lo scorso anno a Roma e poi a Palermo mi sono ispirata per esempio alla mia gravidanza. Ogni abito aveva una tasca: grande, piccola, davanti, dietro. Ovunque c’era un secondo strato di tessuto. Proprio come mi sono vista davanti allo specchio durante i nove mesi di attesa: il mio corpo cambiava di giorno in giorno e a un certo punto mi sembrava che la mia pancia fosse una seconda pelle. E così ho pensato che una tasca poteva sostituire la borsa, diventare un contenitore che rende la donna libera, trasformare un semplice abito in un vestito accessorio.

L'ULTIMA RUNWAY ?


Allora la mia ultima passerella, è avvenuta il 19 giugno a Palermo presso lo storico Palazzo "Ex Casa dei Padri Teatini " attuale sede della facoltà di giurisprudenza, in pieno centro proprio davanti a una delle opere più significative dI Francesco Cmilliani, scultore fiorentino, la Fontana Pretoria del 1500 .
Qui ho presentato la mia ultima collezione, poi c è ne sono state delle altre per la precisione 2 . Entrambe a Milano, una al Lotus, accanto la Maison di Moschino, l'altra al The Beach proprio qualche giorno fa .

DOVE POSSIAMO ACQUISTARE I TUOI ABITI ?

Per il momento contattandomi privatamente, da qualche mese ho avviato tutte le pratiche per avviare un attività . Entro breve dovremo sapere con certezza dove aprire lo Showroom, tra Bagheria e Palermo






WHO IS THE BARBARA LIA?

Lia was born in Palermo on 06/05/1985 Barbara lives and works in Misilmeri for the moment, having given birth to the judge Rocco Chinnici, Cosmo Guastella and Philip and the last to Valentino Picone.He inherited from his father's passion for design while the clothes and style of the mother she felt love for fashion.After the middle school decided to join the regional institute of art Bagheria where it gets, with honors, graduating as a designer.Next is making clothes for the theater of the seventeenth-century patron saint of Misilmeri. At the same time he enjoys to make clothes for private clients.In 2006 he decided to leave his country by moving to the province of Venice to attend an advanced course of cutting and sewing at Trimod.In the same year due to health problems is obliged to return to Sicily leaving, even for a short time, his passion for fashion.

YOUR PASSION FOR FASHION DID YOU OVERCOME EVERY OBSTACLE?

The dream of fashion Candy Candy started watching on television, but especially my mother, his pants leg, its beautiful belts, the way his clothes on his body slid up and rangy. I looked at her and drawing. She was surprised and laughed. When Antonio was born, my wonderful child of two years, was the only one - with my father - not to encourage me to stop drawing. All other (friends and relatives) told me something like this instead: "Now you better forget it, then you must travel with the child and how will you?".I never stopped doing this work since I became a mom but I revolutionized my day. And all thanks to my family.

HOW TO AFFECT YOUR EXPERIENCE OF MOTHER IN CLOTHING THAT CREATES?

For my first fashion collection that I presented last year in Rome and then to Palermo, for example, I was inspired to my pregnancy. Every dress had a pocket big, small, front, back. Wherever there was a second layer of fabric. Just as I saw myself in the mirror during the nine months of waiting: my body changes from day to day and at one point it seemed that my belly was a second skin. And so I thought I could replace a pocket purse, into a container that makes the woman free, to transform a simple dress in a suit accessory.

THE LATEST RUNWAY?

So my final catwalk, took place on 19 June in Palermo at the historic Palazzo Ex Teatini Fathers 'House' current headquarters of the Faculty of Law, in the center right in front of one of the most significant works of Francis Cmilliani, Florentine sculptor, the Fontana Pretoria in 1500.Here I presented my latest collection, it is then there were the other two to be precise. Both in Milan, one in the Lotus, next to the Maison Moschino, the other at The Beach just a few days ago.Where can I buy your clothes?For the moment, contact me privately, a few months ago I started all the procedures for starting a business. Shortly, we will know for certain where to open the showroom, between Palermo and Bagheria









lunedì 25 ottobre 2010

Belle de Luxe bijoux creators






Chi sono David Michael e Nicola?

David e Nicola sono due ragazzi residenti a bari, città da sempre ritenuta crocevia di popoli, tradizioni e culture. La poliedricità della loro arte è dovuta anche al fatto che provengono da due realtà socioculturali differenti. Forse da molti questo può essere ritenuto come punto di debolezza, ma noi crediamo che questo sia il nostro punto di forza perché, unendo le nostre visioni; per certi versi simili per altri no; riusciamo perfettamente a far collimare le nostre passioni. Attingendo ai diversi background che fanno parte delle nostre persone e che si manifestano esplicitamente nelle nostre creazioni, ha preso vita due anni fa Belle de Luxe.

Il vostro percorso accademico?

Per quanto riguarda il nostro percorso accademico, possiamo certamente dire di aver avuto una formazione tutt'altro che artistica, non a caso David proviene da una forma mentis classica mentre Nicola proviene da studi tecnici/informatici. La passione per la moda, però, ha sempre accompagnato il percorso di entrambi, sin da piccoli la fiamma di questa passione ardeva dentro noi e sin da piccoli ci siamo cimentati in creazioni stilistiche e soprattutto in creazioni di accessori. Nel corso degli anni la passione è diventata una vera e propria dedizione al mondo degli accessori come elementi indispensabili per una donna che le permettono di esprimere la propria personalità. Da autodidatti abbiamo sempre cercato di prendere il massimo da tutti i creatori che si sono susseguiti nella nostra vita, e il risultato lo potete constatare con i vostri stessi occhi. Inizialmente, però, non è stato semplice, anche perché ci trovavamo in un campo molto competitivo in cui l’unico modo per fare la differenza era l’individuazione di ciò che volevamo trasmettere alle donne che avrebbero indossato la nostre creazioni, il tutto supportato dalla tecnica. Ci siamo dedicati, quindi, allo studio delle diverse tecniche su libri per bijoux come “ Gioielli fai da te” di Paolo romanelli e Creare Gioielli” di Madeline Coles.Inoltre, anche i video su youtube sono stati davvero utili, forse più dei libri, vorremmo azzardare ,perché sono una vera e propria guida interattiva che ti permettono di apprendere tutto in maniera semplice e diretta. Supportati da questa tecnica siamo riusciti ad elaborare il Concept dei nostri gioielli grazie al quale possiamo esprimere la nostra visione del mondo. Attenzione al susseguirsi delle mode e dei diversi stili, sono un’altra caratteristica che ci contraddistingue, ed è molto importante per noi perché attingendo alle diverse tendenze o a tendenze del passato cerchiamo sempre di uno stile che permetta ad ogni donna di differenziarsi calibrando sempre eleganza ed eccentricità senza scadere in un appariscente privo di gusto

Come possono due uomini creare bijoux così femminili, la vostra ispirazione maggiore?

Dal perfetto incastro dei nostri diversi vissuti nasce BELLE DE LUXE (BdL), un progetto in cui ogni donna è protagonista, essendo la donna stessa in tutte le sue sfaccettature; dalla seduzione passando per la raffinatezza per arrivare alla quotidiana espressione della femminilità; la nostra Musa ispiratrice. Credo che proprio questa sia la risposta alla tua domanda, Cara Ilaria, è la donna la risposta migliore, attraverso il nostro lavoro vorremmo darle maggior valore. Per rispondere al quesito su come possano due uomini creare bijoux così femminili mi chiedo: come ha potuto Yves Saint Laurent creare abiti così femminile e innovativi guidato dalla sua unica musa ispiratrice Catherine Deneuve; come ha potuto Valentino Garavani vestire le donne più belle e femminili del mondo rendendole di quella bellezza eterica che solo lui sa dare, e come può Gianbattista Valli conferire ad ogni donna che veste un carattere così forte senza far venire meno la dolcezza e la femminilità attraverso i suoi abiti ? È la donna che ispira Belle De Luxe e solo grazie a lei due uomini posso realizzare creazioni che permettano ad ogni donna di poter esprimere se stessa ed il proprio carattere. La nostra filosofia è proprio questa, riuscire ad esprimere attraverso un singolo oggetto una particolarità di sé..... quel dettagli che vi differenzia e vi rende uniche contro l'omologazione agli stili dark-skull-white and block che dilaga al giorno d'oggi. Siete voi che create il vostro stile… e noi cerchiamo solo di darvi il mezzo affinché ciò sia possibile.

Il successo che vi ha entusiasmato di più e quello che vorreste ottenere?

I successi che ci hanno entusiasmato di più sono sicuramente rappresentati dai sorrisi e dai complimenti ricevuti da tutte le clienti che hanno indossato i nostri gioielli e che ci danno la possibilità di essere conosciuti sempre più. Il successo che vorremmo ottenere è sicuramente quello di fare di questa passione un vero e proprio lavoro a tutti gli effetti, sarebbe un sogno realizzato vivere di quello che ci piace fare sin dall'infanzia e sarebbe forse, anzi sicuramente, ancora più bello vedere un giorno uno store con fuori l'insegna Belle De Luxe.

A chi volete dire grazie e perché?

Forse saremo un pochino troppo sicuri di noi, ma sicuramente le uniche persone cui dobbiamo dire grazie sono Nicola e David che sin da piccoli non hanno mai smesso di portare avanti la loro passione, dobbiamo ringraziare noi stessi per la grande forza dimostrata mentre le critiche scorrevano attorno a noi, dobbiamo ringraziarci perché con grande pazienza, maturità e costanza siamo andati avanti incassando i colpi e rispondendo solo con il successo delle nostre creazioni. Naturalmente senza coloro che oggi indossano le nostre creazioni tutto questo per noi non sarebbe possibile quindi grazie a loro per l'aiuto dato a quei due sognatori che ancora sperano e mai smetteranno di farlo.

Abbinate tre pietre a tre star e mi spieghi perché?

La prima delle pietre che mi viene in mente è l'Ambra, essa possiede la proprietà di elettrizzarsi per strofinio, mi vengono in mente due star una tutta italiana: La frizzantissima Simona Ventura alla quale basta un pubblico e un palco per elettrizzarsi davanti alla telecamera, e che; possa piacere o no; trasmette allegria ed energia allo stato puro. La seconda delle star a cui penso è sicuramente una delle donne più famose del pianeta; l'instancabile Madonna; sempre giovane, sempre sulla cresta dell'onda e sempre pronta a dare spettacolo elettrizzando il pubblico dei suoi concerti. La seconda pietra che mi sovviene è l'Agata che in passato veniva usata per allontanare l'invidia e la malignità, si dice che renda simpatici e aiuti nelle carriere, pensiamo alla splendida Kristen Stewart a cui la fortuna ha davvero dato una grande mano poiché ormai da qualche anno è una delle attrici più amate, richieste e invidiate di Hollywood ma, nonostante ciò la sua carriera e tutta in ascesa, oppure possiamo pensare ad una star tutta nostra: Cristiana Capotondi star della fiction italiana e sempre più amata e richiesta dal grande schermo. L'ultima delle pietre che mi viene in mente è sicuramente il cristallo, in tutte le sue forme, che infonde calma ed equilibrio interiore, si può pensare alla bellissima Julia Roberts che nonostante sia l'attrice più pagata e richiesta del mondo mantiene sempre una certo riservo, grande umiltà e una certa quiete interiore, palpabilissima attraverso il suo sorriso semplice e serafico, possiamo anche fare riferimento ad uno dei nuovi American Idols la giovanissima Olivia Palermo star del fashion reality "The city", sottoposta sempre a stress e malignità porta avanti la sua carriera ed il suo sogno con grande equilibrio senza mai cedere allo stress.

CONTATTI:http://belledeluxe.blog.com/

http://www.facebook.com/#!/profile.php?id=100001659409630






Who is David Michael and Nicola?



Nicola and David are two guys living in Bari, the city has always been considered a crossroads of peoples, traditions and cultures. The versatility of their art is due to the fact that they come from two different socio-cultural reality. Perhaps for many this can be considered as a point of weakness, but we believe that this is our strong point because, by combining our visions, in some ways similar to other no, we are able to perfectly coincide our passions. Drawing on their diverse backgrounds that are part of our people and which is explicitly in our creations, began life two years ago Belle de Luxe.



Your academic career?



As for our academic journey, we can certainly say that I have had a far from artistic training, not by chance that David comes from a traditional mindset and Nicola comes from technical studies / computer. As for our academic journey, we can certainly say that I have had a far from artistic training, not by chance that David comes from a traditional mindset and Nicola comes from technical studies / computer. The passion for fashion, however, has always followed the path of both, since the small flame of passion burning inside of us and since we have ventured into small creations in style and above all creations of accessories. Over the years that passion has become a real dedication to the world of accessories such as key elements to a woman allow her to express her personality. Self-taught have always tried to make the most of all creators that have occurred in our lives, and the result can see with your own eyes. Initially, however, was not easy, because we were in a very competitive field in which the only way to make a difference was to identify what we wanted to convey to women that would wear our creations, all supported by technique. We are dedicated, therefore, the study of different techniques for jewelry books as "Jewels DIY Paolo Romanelli and Create Jewelry" Madeline Coles.Inoltre even videos on youtube have been very useful, maybe more than books, we dare, because I am a true interactive guide that allows you to learn everything in a simple and direct. Supported by this technique we were able to develop the concept of our jewelry with which we can express our worldview. Attention to the succession of fashions and styles, are another feature that distinguishes us, and it is very important for us because by drawing on different trends or tendencies of the past we always try a style that allows every woman of elegance and always differentiate calibrating eccentricity without falling into a flashy tasteless .



How can two men as women create jewelry, your greatest inspiration?



From the perfect joint of our different experiences born BELLE DE LUXE (BDL), a project in which every woman is the protagonist, as the woman herself in all its facets, from seduction through the refinement to arrive at the daily expression of femininity, and our muse. I think this is just the answer to your question, Cara Ilaria, the woman is the best answer, through our work we would like to give it more weight. To answer the question about how two men can make women's jewelry so I wonder how did Yves Saint Laurent clothes for women to create innovative and driven by his sole muse Catherine Deneuve, as Valentino Garavani was able to dress the most beautiful women and women's making them the world of ethereal beauty that only he can give, and how can Giambattista Valli give every woman who wears a character so strong without being less sweetness and femininity through her clothes? It is the woman who inspired Belle De Luxe and only thanks to her two men can make creations that allow every woman to express herself and character. Our philosophy is this, being able to express through a single object of a special self ..... that detail that makes you different makes you unique and against the approval styles dark skull-and-white block that is rampant today. It is you who create your own style ... and we seek only to give you the means to make this possibleThe success that has impressed you most and what you would get?The successes that we have excited the most are certainly represented by the smiles and compliments from all customers who have worn our jewelry and give us the opportunity to be increasingly popular. The success that we achieve is surely to make this hobby into a real job in every respect, it would be a dream come true experience of what we like to do from childhood, and it might, indeed certainly, even nicer to see a days outside a store with the sign Belle De Luxe.



Who would want to say thank you and why?



Maybe we'll be a little too sure of us, but surely the only people we have to thank Nicola and David are from an early age that have never ceased to pursue their passion, we must thank ourselves for the great strength and demonstrated the criticism flowed around us, because we have to thank us with great patience, maturity and perseverance we've been collecting the hits and answering only to the success of our creations. Of course, without those who now wear our creations for all this we would not be possible so thanks to them for the assistance given to these two dreamers who still hope and never stop doing that.


Combined with three stones in three star and tell me why?



The first of the stones that comes to mind is the Amber, it has the properties of excited about rubbing, I can think of two star an all-Italian: The frizzantissima Simona Ventura to which an audience and enough to electrify a stage in front of the camera and that, to please or not, conveys joy and pure energy. The second of the star to which I think is one of the most famous women on the planet, the tireless Madonna, always young, always on the crest of the wave and always ready to play electrified the audience of his concerts. I remember that the second stone is the agate in the past was used to ward off envy and malice, is said to make you nice and aid in their careers, we think of the beautiful Kristen Stewart to whom fortune has really given a big hand because for some years now is one of the most popular actresses, requests and envy of Hollywood, but despite this his whole career on the rise, or we can think of a star of our own: Christian Capotondi star of Italian fiction and more and more popular and requested by big screen. The last of the stones that comes to mind is definitely the crystal in all its forms, that instills calm and inner balance, you can think of the beautiful Julia Roberts that despite being the highest paid actress in the world and always maintains a request some caution, humility and a certain inner peace, palpabilissima through its simple and seraphic smile, we can also refer to one of the new American Idols Olivia Palermo, the young star of the fashion reality show "The City", subject always leads to stress and malignancy out his career and his dream with great balance without ever succumbing to stress.











domenica 24 ottobre 2010

Ari the Barcelona fashion designer in Milan




concept Barcelona collection:
"Tessuti morbidi che accarezzano le forme femminili, la comodità abbraccia la sensualità attraverso vestitini che cadono dolcemente sopra il ginocchio. Maglie coloratissime che rendono allegra una giornata grigia o ti fanno notare ad un appuntamento speciale, tutto all’insegna del buon umore e della comodità, proprio come l’aria che si respira per le strade della città Spagnola alla quale si ispira Barcelona Collection".



chi è Ariadna?
Ariadna Miralles Garcia ama farsi chiamare Ari, ha 29 anni e dopo un anno vissuto nella capitale della Moda Italiana ha deciso di portare i colori e lo stile della sua Barcellona anche in Italia, è una ragazza catalana, laureata in giurisprudenza e con un master in diritto dell'impresa. Ari ha dovuto interrompere gli studi a causa della improvvisa morte del padre, ha così iniziato a lavorare come commessa prima a Barcellona, poi Ibiza e a tutt’oggi a Milano.
E si puoi descrivere, come ha fatto pochi giorni fa una sua cara amica italiana, come un spirito imprenditoriale .

perchè sei arrivata in italia?
Sono arrivata in Italia per amore, tre anni fa sono andata a Roma con la mia meglio amica, Miriam, per ferie e ho conosciuto il mio grande amore brasiliano, Junior, che mi ha fatto perdere la testa. Anche lui era a Roma in ferie perchè lui abita a Milano da 7 anni. Dopo sei mesi di relazione a distanza, e dopo 3 mesi di convivenza a Ibiza ho lasciato tutto e mi sono trasferita a Milano senza lavoro e senza sapere niente della vostra lingua. Pero sicurissima del nostro amore.

Barcellona è il nome della tua collezione o è un brand registrato?
Barcelona Collection è il nome della mia collezione. Ho scelto questo nome perche questi mesi abitando a Milano ho visto sempre la stessa espressione di felicità sul volto della gente quando sapevano che sono di Barcellona. Tutti gli italiani amano Barcellona!!! E volevo provocare la stessa reazione con i miei abiti.

il calore e il colore della tua terra sono evidenti ma i tuoi abiti sono anche molto eleganti nei tagli e nelle forme,la tua donna è?
La mia donna è la donna d'oggi "camaleontica" che si può vestire causal per andare a fare un giro con le amiche per il centro, però si può anche vestire fashion per uscire la sera per fare un aperitivo nel locale piu in della citta.


a fine ottobre ci sarà un evento speciale,vuoi raccontarcelo? Il prossimo venerdi 29 d'ottobre ci sara la presentazione del mio brand Barcelona Collection Winter Emotion 2010 con una sfilata dei nuovi capi presso Le 18:00 (via san vito, 5 a Milano).

dove possiamo acquistare i tuoi abiti?
I miei abiti si possono acquistare sul mio sito www.bcncollection.com oppure nell negozio Le 18:00 (www.le18.it)
















concept Barcelona collection:





"Soft fabrics that caress the female form, comfort embraces sensuality through dresses that fall above the knee gently. Colorful shirts that make a gray day happy or make you out to a special event, all full of good humor and comfort just like the air you breathe in the streets of the city which inspired Barcelona to the Spanish Collection ".






Ariadna who is?
Ariadna Garcia Miralles Ari likes to be called, is 29 years old and after a year living in the capital of Italian fashion has decided to bring the colors and style of his in Italy Barcelona, Catalan is a girl, a graduate in law and a master's degree in law firm. Ari had to discontinue their studies due to the sudden death of his father, so he started working as a first job in Barcelona, Ibiza and then today in Milan.And can you describe, as it did a few days ago a dear friend Italian, like a spirit of enterprise.

why did you come in Italy?
I arrived in Italy for love, three years ago I went to Rome with my best friend, Miriam, for vacation and I met my great love Brazilian, Junior, that made me lose my mind. He too was in Rome on vacation because he lives in Milan for 7 years. After six months of long-distance relationship, and after 3 months of living in Ibiza I left everything and moved to Milan without work and without knowing anything about your language. But so sure of our love.

Barcelona is the name of your collection or a registered brand?
Barcelona Collection is the name of my collection. I chose this name because these months living in Milan I saw the same expression of happiness on the faces of people when they knew they were in Barcelona. All Italians love Barcelona! And I wanted to provoke the same reaction with my clothes.

the warmth and color of your land are obvious but your clothes are very stylish cuts and shapes, your wife is?
My woman is the woman of today "chameleon" who can dress casual to go for a ride with friends to the center, but you can also dress up fashion to go out to make a drink in the premises in the City .

at the end of October there will be a special event, you want to tell?
The next Friday the 29th of October we will be presenting my brand Barcelona Emotion Collection Winter 2010 with a parade of new leaders at 18:00 (Via San Vito, 5, Milan).

where we can buy your clothes?
My clothes you can buy on my site or in shop www.bcncollection.com The 18:00 (http://www.le18.it/)














giovedì 21 ottobre 2010

Glitter Couture in the XXI sec.










Glitter Couture
è una produzione artigianale ideata da Anna che progetta e crea pezzi unici e originali, completamente realizzati a mano.Dalla passione per il costume d'epoca, trae ispirazione dai creatori della moda del passato come Rose Bertin e madame Eloffe, fornitrici della regina Maria Antonietta, dai costumi dei balletti fantastici dell'800 e dalle principesse delle favole, dal mondo dei manga e delle Gothic Lolita giapponesi. Il tutto reinventato, trasformato in una stravagante fiaba dove ogni cosa, ogni personaggio ha una particolarità e storia a sè. Un regno incantato, con accostamenti di materiali, tessuti e colori imprevisti, dal gusto romantico che ha ancora il sapore della creatività e unicità di un tempo. Un mondo "glitterato".
http://www.facebook.com/glitter.couture

chi è anna?

Bella domanda! Mi definisco una dolce strana creatura quasi ultraterrena(citazione dal film Jane Eyre), romantica e sognatrice ma molto molto determinata. Più che una stilista…una couturier di altri tempi che riesce a rendere attuali stili e personaggi di epoche passate. Ogni mia creazione è completamente realizzata da me, dallo schizzo al cartamodello al capo finito. Ed ora anche gli accessori!

il tuo percorso accademico?

Diciamo che fin da piccola amavo disegnare e scarabocchiare figurini sulle pagine dei quaderni o libri. I regali che preferivo ricevere erano quelle enormi confezioni di colori, ancora ricordo l’emozione davanti ad un foglio bianco, quello spesso da disegno non quello per le stampanti. A 12 anni sapevo già che cosa avrei voluto fare da grande: la stilista. Purtroppo i miei genitori non mi permisero di iscrivermi al liceo artistico e quindi dopo 5 anni ed un diploma in ragioneria finalmente potei frequentare il corso di figurinista di moda presso l’Istituto Alta Moda Cataldo dove imparai anche le prime basi sulla modellistica. Questioni di destino per la seconda volta fui obbligata ad abbandonare il mio sogno ed accettare altre occupazioni non tralasciando di frequentare corsi di taglio e cucito nel tempo libero. Poi la mia determinazione ha preso il sopravvento e ho capito che per essere felice non bisogna fare quello che gli altri vogliono per te ma quello che desidera il tuo cuore. Mi iscrissi all’università alla Sapienza al corso di Laurea in Scienze della Moda e del Costume. Nel frattempo frequentai un corso di alta formazione di “taglio di alta sartoria e costume d’epoca” presso l’Accademia di Costume e Moda. Cominciai a fare stage e lavorare presso sartorie teatrali, laboratori per abiti da sposa e pronto moda. Una volta laureata decisi di esprimere a pieno la mia creatività e così eccomi qui con la mia Glitter Couture! Nata dall’idea di creare T-shirt sartoriali e pezzi unici ha per ora preso invece forma con accessori originali…ma è solo l’inizio!

la passione per il 700 nasce da?

Dal mio amore per la figura di Maria Antonietta, mia icona di stile che ha ispirato anche la mia tesi di Laurea (Maria Antonietta: una fashion victim alla corte di Versailles). Sottolineo la seconda metà del 700, non tanto il rococò quindi più la fase neoclassica, meno decorativa ma più elegante. Tutte le fanciulle lapidavano la propria dote pur di potersi acconciare e vestire come la regina. Maria Antonietta lanciava una nuova moda, un nuovo pouf e tutte la ammiravano. In un’epoca in cui le dame indossavano larghe gonne e panier lei si fece ritrarre con un semplice abito in mussola bianca con una semplice fascia di raso azzurro in vita e cappello di paglia.

la prima creazione e l'ultima?

Con precisione non saprei dire visto che ho iniziato cucendo gonne e abiti per me e le mia amiche. Diciamo che la mia prima mini collezione l’ho creata nel 2005 per una sfilata a cui partecipai. Era composta da tre abiti ispirati al petit noir di Chanel del 1926 ma con atmosfera anni ’60, in jersey nero e raso bianco. Per quanto riguarda gli accessori invece è molto più recente. L’anno scorso vidi una collana a New York e me ne innamorai poi mi chiesi perché non provare a farla da me? Esperimento riuscitissimo! Tanto da continuare ininterrottamente a creare bijoux, mettendo da parte le T-shirts (che arriveranno però a breve, mini dress con drappeggi di pizzo e tulle).
Mmmmmh l’ultima…spero non ci sarà mai!

perchè una donna del XXI sec dovrebbe indossare un accessorio di merletti?

Perché lo vedo benissimo con una semplice t-shirt girocollo e un cardigan bon ton con bottoncini, lasciato aperto. E poi diciamocelo che la raffinatezza e i tessuti di un tempo, il pezzo unico danno l’idea di una certa ricercatezza in più. Bisogna saper scegliere il vero Vintage.

dove possiamo acquistare le tue creazioni?

Glitter Couture è molto giovane è nata a luglio del 2010. A breve avrò il sito dove poter acquistare le mie creazioni….solo pezzi unici e handmade (ribadisco)! Per ora si possono richiedere tramite mail glittercouture.handmade@gmail.com http://www.facebook.com/glitter.couture.Se siete di Roma troverete Glitter Couture al negozio Penny Lane il 10 novembre.





Who is Anna?

Good question! I define myself as a sweet strange creature almost otherworldly (quote from the film Jane Eyre), romantic and dreamy but very, very determined. More than a designer ... a couturier of the past who manages to make the current styles and personalities from the past. Each of my creation is made entirely by me, from sketch to pattern to finished garment. And now the accessories!

your academic career?

Let's say that from a young age I loved drawing and doodling sketches on the pages of books or notebooks. The gifts were preferred to receive those huge packs of colors, I still remember the excitement before a blank sheet of paper, often the drawing is not one for printers. At age 12 I knew what I wanted to grow up: the stylist. Unfortunately, my parents never allowed me to enroll in art school and then after 5 years and a diploma in accountancy at last I could attend the dress designer fashion at the Fashion Institute of High Cataldo where I also learned the basics on modeling. Questions of fate for the second time I was forced to abandon my dream and accept other jobs not forgetting to take courses in cutting and sewing in their free time. Then my determination took over and I realized that to be happy not to do what others want for you but what you want your heart. I joined the course at La Sapienza University of Science Degree in Fashion and Costume. In the meantime, I attended an advanced training course of "cutting and couture costume of the period" at the Academy of Costume and Fashion. I started to work in fashion houses and theatrical stages, workshops for wedding dresses and ready to wear. After graduating I decided to fully express my creativity and so here I am with my Glitter Couture! Born from the idea of creating T-shirt and tailored pieces but has so far taken shape with the original ... but it is only the beginning!

passion for the 700 comes from?

From my love for the figure of Marie Antoinette, my style icon that has inspired my thesis (Marie Antoinette: a fashion victim in the court of Versailles). I stress the second half of the 700, not so much the more rococo then the neoclassical phase, less decorative but more elegant. All the girls were stoning his talent just to be able to styling and dressing like the Queen. Marie Antoinette was launching a new fashion, a new ottoman and all admired her. At a time when ladies wore skirts and large basket she had himself portrayed with a simple white muslin dress with a simple band of blue satin at the waist and a straw hat.

creating the first and last?

I can not say precisely because I started sewing skirts and dresses for me and my friends. Let's say that my first mini collection I created in 2005 for a fashion show I attended. It was composed of three dresses inspired by Chanel petit noir atmosphere of 1926 but with the 60s, in black jersey and white satin. As for accessories instead is much more recent. Last year saw a series in New York and fell in love then I wondered why not try to do it myself? Very successful experiment! Enough to continue without interruption to create jewelry, putting aside the T-shirts (but that will come soon, mini dress with lace and tulle drapes).Mmmmmh last ... I hope there never will be!

why a woman in the XXI century should wear an accessory of lace?

Because I see very well with a simple t-shirt and a cardigan with buttons bon ton, left open. And let's face it that the refinement and tissues of a time, the piece give the idea some more refinement. One must be able to choose the true Vintage.

where we can buy your creations?

Glitter Couture is very young, was born in July 2010. Soon I will have the site where you can buy my creations .... Only handmade and unique pieces (again)! For now you can request by mail glittercouture.handmade @ gmail.com or on my Facebook profile http://www.facebook.com/glitter.couture. If you're in Rome you will find the shop Penny Lane Glitter Couture November 10th.






















mercoledì 20 ottobre 2010

JeNnYMiA Fashion Designer





Chi e' giovanna?

Giovanna è la persona che ero da bambina, una timidona che ha dato spazio alle idee chiare di JennyMia, molto più decisa, forte, determinata e ambiziosa, che non ama vivere nell'ombra di qualcuno ma essere qualcuno.

Che bagaglio ti da l'aver cominciato giovanissima in sartoria?

Adesso dopo 17 anni (17 anche il mio numero fortunato, non essendo superstiziosa), ripercorrendo le tappe della mia vita, posso ritenermi più che soddisfatta di aver fatto da giovanissima la scelta di dedicarmi al lavoro in sartoria, ho ricevuto li una formazione che nessuna scuola al mondo può darti, perchè solo tanta pratica può portarti a realizzare per davvero un abito facendolo nascere sulla carta e dandogli vita col tessuto, ovviamente quell'abito dev'essere perfetto fuori come anche dentro.

Un lungo cammino lascia delusioni e soddisfazioni nel cuore di chi lo percorre,le tue?

Con la sartoria ho avuto più soddisfazioni che delusioni, se ti dedichi bene ad una cosa in cui credi e ci credi fino in fondo, se l'affronti con sicurezza, difficilmente ti delude. Probabilmente la mia delusione era più dovuta a non saper creare cartamodelli. Ricordo che disegnavo e disegnavo ma non riuscivo a dar vita a quel figurino.. non saper fare qualcosa non è mai stato da me, ogni cosa che desidero devo ottenerla e mi ci metto d'impegno e così grazie ad attente ricerche e un' amica cara che mi è stata molto vicina, ho scoperto l'esistenza di un accademia di moda in città e già ero iscritta, grazie a ciò che sapevo fare i tempi son stati più brevi e le soddisfazioni tante.

il mito a cui ti ispiri?

il mio mito è Coco Chanel, la linea dei miei abiti stile uomo è un omaggio a quello che lei ha creato tempi addietro ribellandosi a cio che la moda chiedeva a quei tempi. :)

Da dove nasce il tuo brand e dove si possono acquistare i tuoi capi?

JennyMia nasce nel 2001 per identificare prima me stessa, successivamente decido di farlo diventare ciò che identifica i miei capi, diventando nel 2010 un marchio vero e proprio. Uno stile che identifica la donna in carriera, la donna che vuole dare un tocco chic al suo guardaroba, una donna che vuole unicità e praticità, una donna che si avvolge tra seta, kashmir e tessuti pregiati.Poi c'è la linea giovane, adatta alle ragazze che amano andare in discoteca ed esser sotto i riflettori, che ama tessuti comodi come la lycra e il cotton jeans. E dall'estate scorsa è nata anche la linea beachwear, costruita su misura di donne esigenti, che essendo sotto gli occhi di tutti voglion esser impeccabili.I miei capi son su misura del singolo cliente, disegnati appositamente per quel corpo e proprio per questo che nel 2011 aprirò i battenti all'Atelier Alta moda donna firmata JennyMia e al nuovo sito che mi identificherà. Amo fare le cose con calma, proprio perchè la calma è la virtù dei forti.Nel frattempo si posson richiedere le mie creazioni sul sito http://www.misshobby.com/it/jennymia-fashion-designer adesso in continuo aggiornamento, dove c'è spazio per le giovanissime. Curiosità invece nella pagine facebook all'indirizzo http://www.facebook.com/pages/JeNnYMiA-Alta-Moda-Donna/170716759609259



Who's' Joan?

Joan is the person that I was a child, a Timidone which gave room for a clear idea of JennyMia, much more decisive, strong, determined and ambitious, who loves living in the shadow of someone but to be someone.

Baggage that you have started from the very young in tailoring?

Now after 17 years (17 also my lucky number, not being superstitious), retracing the steps of my life, I can be more than satisfied to have made the choice to devote a young girl to work in tailoring, I received them that no training school in the world can give you, because only such practice can lead to really make a dress making and giving birth to life on paper with the fabric, of course, that dress must be perfect as well as inside out.

A long journey without disappointment and satisfaction in the heart of those who walk along, your?

By tailoring the satisfaction that I've had more disappointments, if you dedicate yourself to a good thing to believe and believe all the way, if the address with confidence, hardly ever disappoints. Perhaps my disappointment was more due to not being able to create patterns. I remember drawing and draw but I could not create that appear .. not being able to do something it has never been to me, I have to get everything I want and I'll put this commitment and through careful research and a 'dear friend that I was very close, I discovered the existence of an academy fashion in the city and I was already registered, thanks to what I could do the times are shorter and the rewards were many.

the myth that inspires you?

My myth is Coco Chanel, the line of my clothing style is a tribute to the man that she has created before time rebelling against what fashion called in those days. :)

Where does your brand and where you can buy your clothes?

JennyMia was founded in 2001 to identify myself first, then decide to turn it into what it recognizes my head, making a mark in 2010 itself. A style that identifies the career woman, the woman who wants to give a chic touch to her wardrobe, a woman who wants a unique and practical, a woman who is wrapped in silk and cashmere fabrics pregiati.Poi line is young, suits girls who love going clubbing and being in the spotlight, he loves comfortable fabrics such as lycra and cotton jeans. And since last summer also gave rise to the beachwear line, custom built for discerning women, who, being under the eyes of all impeccabili.I They want to be my bosses are customized single client, designed specifically for that body and for this reason that in 2011 will open its doors at the Atelier Haute Couture Fashion JennyMia signed and the new site that I identify. I love doing things slowly, just because the calm is the virtue of forti.Nel meantime Possoni require http://www.misshobby.com/it/jennymia-fashion-designer my creations on the site now being updated with new creations, where there is space for young women.